Cinque cose che rovinano l’immagine di lei

Argomenti del post

Come avere un’immagine sempre impeccabile? Spesso pensiamo che per essere sempre perfette occorrano molto lavoro e molta preparazione. Il che è vero, ma solo per per metà. Se infatti è sempre indispensabile darsi degli standard, dall’altra presentarsi è anche una questione di dettagli.
Ci sono infatti particolari apparentemente banali, e proprio per questo spesso sottovalutati, che sono in grado di rovinare l’immagine di chiunque. Vediamo dunque quali sono i più comuni “passi falsi”  che rovinano l’immagine di lei.

Borsa aperta

Nella loro borsa le donne racchiudono tutto un mondo, ed è bene che questo mondo rimanga di esclusiva conoscenza della proprietaria.

Andare in giro con la borsa aperta, oltre che un invito per i borseggiatori, è un dettaglio sciatto. Peggio ancora presentarsi a un appuntamento con un fazzoletto che spunta da una parte e la copertina del romanzo che stiamo leggendo dall’altra: è un modo certo per rovinare la propria immagine. La borsa aperta infatti da una parte comunica un’immagine disordinata, e dall’altra lascia intravedere a chi ci è vicino molti dettagli e informazioni sulla propria vita privata. Meglio evitare!

Quando la borsa viene aperta, poi, un elemento che eleva subito l’immagine della proprietaria è il fatto che sia in ordine. Al di là del mero impatto estetico, poche cose sono meno eleganti di una signora intenta a scavare nella propria borsa alla ricerca di questo o di quell’altro. Un trucco semplice per facilitarsi la vita? Se come me siete amanti delle maxi bag, suddividete il contenuto in bustine.

Tacchi consumati

Molte signore sono “fissate” con le scarpe: in effetti solo cambiando le calzature è possibile trasformare interamente un look. Un dettaglio tanto fondamentale richiama subito l’attenzione ed è per questo motivo che le scarpe devono essere sempre in ordine.

Questo ovviamente non vuol dire debbano essere all’ultima moda o con tacchi vertiginosi.
Vanno benissimo anche tacchi medi, oppure dei semplici mocassini, financo delle sneakers: tutti i modelli saranno però sempre perfettamente puliti, senza segni di usura troppo evidenti, con le suole in ordine.I tacchi – di qualsiasi forma e dimensione, ma specie se sono alti- tendono a consumarsi per primi, e ad essere vittima di sampietrini, tombini e grate. Ma se avete scelto delle scarpe alte, si presume vogliate essere eleganti: se i tacchi sono rovinati, smangiati, rigati, otterrete esattamente l’effetto opposto.

Se la scarpa è di buona fattura, per averla sempre in ordine basta portarla regolarmente dal calzolaio: un bravo artigiano saprà dare vita nuova, finché possibile, alle vostre scarpe.

Gesti di insicurezza

Come sa chi ha frequentato il mio corso di body language, i nostri gesti e l’atteggiamento del nostro corpo raccontano moltissimo di noi… A volte anche troppo, e possono tradire una certa insicurezza.

Di quale gestualità stiamo parlando? Gesti come accarezzarsi il collo, portare le dita alla bocca, giocherellare con i capelli sono tutti gesti di auto-rassicurazione, che non giovano alla nostra immagine perché rivelano che ci sentiamo poco a nostro agio.

Ci sono tanti molti altri piccoli gesti che tradiscono insicurezza, e che  – anche se piccoli – rovinano l’immagine di lei: continuare ad aggiustarsi le spalline del reggiseno (basterebbe regolarle giuste quando ci si veste o ancora meglio scegliere bene la biancheria al momento dell’acquisto), tenere le braccia incrociate in segno di chiusura mentre si parla con qualcuno, muoversi continuamente quando si è seduti …Come rimediare? Occorre fare un lungo lavoro su se stessi per diventare più consapevoli della propria gestualità… E poi lavorare per correggersi.

Dettagli sexy

Non c’è niente di sbagliato in un outfit che comprende qualche dettaglio sexy, ma, come sempre, c’è un tempo e un luogo per ogni cosa.

Di giorno, in occasioni sociali, in ambito professionale, una donna con un abbigliamento troppo sexy risulterà meno credibile di una vestita in modo castigato.

La sua immagine ne risulterà intaccata. Perché attirare l’attenzione sul nostro corpo in contesti che non lo richiedono dà agli altri esattamente questa impressione: abbiamo sbagliato contesto, sembriamo dei pesci fuor d’acqua.Sono ben cosciente che l’argomento si presta a malintesi. Non lo dico per pruderie, e naturalmente non sto suggerendo di uscire di casa solo con le maniche lunghe e le gonne alle caviglie! Come sempre la moderazione è una saggia consigliera. Non si tratta di bruciare le minigonne o le scollature: spesso è sufficiente non esagerare, e magari evitare di indossarle insieme.

Unghie in disordine

Le mani sono un focal point a livello di comunicazione non verbale: come le muoviamo e dove le teniamo racconta molto di noi e di come ci sentiamo. Allo stesso modo, il loro aspetto è rivelatore della cura che riserviamo alla nostra persona.

Unghie accorciate frettolosamente con le forbici, pellicine mangiate o ancora peggio unghie rosicchiate rovinano l’immagine della donna e per evitarlo basta poco.

Non sto suggerendo di programmare sessioni settimanali dalla manicure (anche se…perché no? Se si può, è una piccola coccola per premiarsi di tanti sforzi e sacrifici), ma di fare attenzione ad alcuni dettagli, come accorciarle con la limetta e tenerle sempre abbastanza corte e pulite.

Se si mette lo smalto deve essere impeccabile ogni giorno: lo smalto sbeccato – specie se di un colore acceso – è inaccettabile, e va rimosso al primo cedimento.
Se non avete tempo di sistemare lo smalto, è meglio evitarlo, oppure orientarsi su quelli trasparenti e incolori. A dare l’impressione di ordine è l’aspetto pulito e curato, non necessariamente l’unghia laccata.

Se ti interessa approfondire l’argomento, ti aspetto al mio corso di body language!

Se ti è piaciuto questo post, seguimi anche su Instagram @elisa_motterle

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.