due sposi sullo sfondo di un castello

Cosa NON indossare a un matrimonio

Argomenti del post

Con la #fase2 ben avviata e la ripresa dei matrimoni dietro l’angolo ( si parla del 18 Maggio) torna anche l’annoso problema di cosa indossare alla cerimonia.

Stile personale a parte, la scelta del look  giusto è anche una questione di bon ton.
Certo, oggi i dress code si sono molto rilassati rispetto al passato: nessuno si aspetta più che le signore indossino guanti in chiesa, o le calze velate in pieno agosto…

Tuttavia, le regole del bon ton sopravvivono – seppur riviste e aggiornate – e suggeriscono alcuni passi falsi da evitare ad ogni costo: vediamo quali.

Matrimonio: passi falsi da evitare per le invitate

  • Vestire di bianco. Il motivo è ovvio: guai a mettere in secondo piano la sposa. Attenzione anche ai colori chiarissimi (grigio perla, azzurro ghiaccio etc.) perché il colpo d’occhio può essere molto simile al bianco, soprattutto in pieno sole
  • Outfit total black. É vero il nero è elegante, chic e facile da riciclare… ma per le nozze è decisamente troppo cupo. Per un matrimonio serale preferite il blu navy o il verde scuro, per il giorno invece… fate uno sforzo e cercate un abito colorato. Per essere davvero eleganti, meglio evitare anche il rosso fuoco (troppo sensuale) e il viola cupo (sai mai che gli sposi siano superstiziosi…)
  • Mise provocanti. Scollature abissali, gonne troppo mini, spacchi assassini sono fuori luogo in un’occasione solenne, soprattutto se la cerimonia è religiosa.
    una borsa blu
  • Accessori sportivi. Capita spesso di vedere abiti molto belli rovinati dall’accostamento con accessori sbagliati… Per un matrimonio, lasciate a casa maxibag e tracolle (per quanto firmate) e scegliete una borsa piccola a mano il giorno, o una pochette per la sera.  Parlando invece di scarpe, benissimo le decolleté, i modelli chanel, i sandali non troppo “nudi” e le ballerine preziose. Dimenticate invece le zeppe, troppo sportive, gli stivali (per lo stesso motivo), mocassini e infradito, che non sono mai abbastanza eleganti.
    Delle sneaker, per ovvi motivi, non parlo neanche.
    una ragazza con un vestito trasparente
  • Dettagli vistosi.Stampe chiassose, cappelli enormi, make up molto marcati, tacchi chilometrici, tinte fluo, acconciature super-elaborate… Tutto ciò che è sopra le righe andrebbe evitato: gli invitati davvero chic sanno qual è il loro ruolo, e lasciano gli sposi al centro dell’attenzione

Matrimonio: passi falsi da evitare per gli invitati
un ragazzo con lo smoking e gli occhiali da sole

  • Lo smoking. Per la stessa ragione per cui alle signore si sconsiglia di vestire di bianco, ai signori è vietato lo smoking (che comunque, non andrebbe mai indossato prima delle 18). Il motivo è semplice: non vorrete rischiare di essere più eleganti dello sposo, giusto?
  • Colori audaci. Con un completo blu scuro o grigio non sarete mai fuori posto. Tonalità alternative come il bordeaux, l’azzurro o il bronzo difficilmente risultano eleganti e sono sempre complicati da indossare
  • Tessuti “preziosi”. Giacche damascate o arricchite da fili di lurex, camicie in extralucide o con profili di pizzo non rendono giustizia a nessuno, e fanno subito “boss delle cerimonie”
  • Scarpe marroni. Le scarpe maschili da cerimonia sono le stringate nere. Il marrone è troppo casual: tradizionalmente è il colore che si indossa in campagna, come ricorda il proverbio inglese “No brown in town”. L’unico caso in cui le scarpe marrone (scuro) sono consentite è con un completo chiarissimo, tinta corda
  • Orologi (troppo) tech. L’orologio è per l’uomo quel che i gioielli sono per una donna: un complemento prezioso e che parla del proprio stile. Perciò, per un giorno di festa, lasciate a casa smartwatch e cronografi digitali, e puntate sul classico: è un dettaglio che fa la differenza! 

    Ti è piaciuto questo post?
    Se ti interessa il tema del Galateo del Matrimonio, ho aperto le iscrizioni al mio corso Bon Ton Wedding Academy: scopri i dettagli!un uomo con lo smartwatch

Foto di apertura: Ulyana Tim @Unsplash
Altre foto: JasonHargrove @flickr; Irene Krednset @unsplash,
Ferdinand Studio @pexels; viespire travel @unsplash,
the lazy artist @pexels, rene asmussen @pexels

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.