5 Look Vintage per Stare in Casa

Argomenti del post

Come vestirsi in casa è un argomento più che mai attuale.
L’argomento sta a cuore a tutti, ed io non faccio eccezione.

Già quando lavoravo come dipendente e  sono restata a casa qualche mese dopo la nascita di mia figlia, il tema si è proposto in maniera drammatica.
E durante il lockdown è tornato di immediata attualità.

Perché diciamolo: il loungewear che si trova in giro è mediamente bruttarello.
nessuno ha voglia di investire cifre in capi destinati ad essere presto vittima del gatto, delle sue unghie e dei suoi peli, delle manine impiastricciate dei bebé e chi più ne ha più ne metta.

Anche questa volta, per me la soluzione allo style dilemma arriva dal Vintage.
Ecco cinque look, tutti d’ispirazione rétro e tutti molto dignitosi, che sono tra i miei preferiti per stare in casa.

1. La Beatnik: bon ton anni ’50

Il primo look, lo dice il nome, si ispira alla divisa dei Beatnik, i giovani anticonformisti che negli anni ’50 s’ispiravano ai romanzi di Jack Kerouac.

Basta mettere insieme una marnière (ciao, Petit Bateau), un pantalone nero morbido alla caviglia (ciao, Decathlon) e il gioco è fatto.  Aggiungere rossetto rosso e mocassini e si è pronte a uscire.
E se proprio si vuole strafare, un basco nero su questo outfit è la classica ciliegina sulla torta.

beatnik and shirt audrey hepburn
1. Beatnik Look  and 2. The White Shirt, on Audrey Hepburn in the late 1950s

 

2. La Camicia Bianca: classico sempre chic

La seconda mise è composta (quasi) solo da una camicia bianca necessariamente oversize, da portare parzialmente sbottonata e con le maniche arrotolate. Dico quasi perché per non sembrare catapultate giù dal letto, bisogna sempre indossarla con dei gioielli. Tanti bracciali (come Audrey), una bella collana o degli orecchini importanti, fate voi.

Anche in questo caso, per scendere a comprare il latte, basta infilarsi un paio di jeans.

3. La Audrey: eleganza & funzionalità

Chiamo questo look la Audrey perché si tratta di uno degli outfit superbasic resi celebri da Audrey Hepburn. Semplicissimo, total black: maglioncino con scollo a V oppure in versione dolcevita + pantaloni a sigaretta (ma anche un pantajazz funziona a meraviglia)+ ballerine (anche in feltro, da casa).
Semplice ed elegante, basta scegliere capi dal fitting un po’ aderente ed evitare come la peste l’oversize.
(Ah, anche una bella postura tipo quella di Audrey aiuta eh?).

Audrey Hepurn All black and Liza taylor slip
3. Il total black di Audrey Hepburn e 4. La Sottoveste indossata da Liz Taylor

 

4. La Sottoveste: seducente, ma con stile

Sottovesti vintage se ne trovano un po’ ovunque: sono carine, pratiche (di solito sono di nylon, quindi si lavano in un attimo e non han bisogno di stiro), e di solito sono declinate in colori pastello e decorate da trine e gale. Io evito quelle trasparenti, scelgo quelle un po’ più coprenti e le uso come abito da casa.
Le indosso con un cardigan da uomo (tipicamente li rubo a mio padre) e collant tricot d’inverno, d’estate anche da sole.
Ricordate solo di coprirvi prima di aprire la porta al postino, altrimenti i il pover’uomo rischia l’infarto sicuro.

5. Il Pigiama: prezioso diventa un passe-par-tout

È la mia ossessione del momento, ma serve una spiegazione.
Per pigiama, intendo unicamente ed esclusivamente pigiami di stile maschile, possibilmente con bordi rifiniti a contrasto come questi, oppure pigiami in seta d’ispirazione orientale come questo.
Ecco, questi capi , specie se si ha cura di sceglierli non troppo “morbidi” ma della taglia esatta, sono eleganti e versatili. Guardare per credere.

Mary Jane Russell in Chinese silk pajamas, Vogue 1953
Mary Jane Russell in Chinese silk pajamas, Vogue 1953

Io di solito, per ricevere in chiave informale, salto i mules di piume ma indosso spesso un bel pigiama di seta fiori (tipo quelli di Dolce &Gabbana) con delle slippers preziose, e dei begli orecchini.
Facile e d’effetto 🙂

Ti è piaciuto questo post? Seguimi su IG e scopri i miei corsi!

Questo articolo ha 3 commenti.

  1. Noemi

    In effetti basta davvero poco per essere ordinate in casa! Io farei fatica ad abbandonare i leggings, ma sogno un bel paio di pantaloni da pigima (il completo in sè non lo sopporto per motivi personali), che vorrei cominciare a mettere anche per uscire!

  2. Sarah C

    Cosa ne pensi di un maglione over tipo grigio con sotto dei leggings effetto prezioso come quelli di Mahr store?

    1. Elisa

      Certo, se è nel tuo stile mi sembra un look versatile e comodo.
      Mi raccomando non “cadere” sulle ciabatte e scegli un paio di scarpe da casa graziose 🙂

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.