La mia Milano (per i Giapponesi)

Argomenti del post

La rivista 25 Ans Japan mi ha chiesto dei suggerimenti su dove andare a Milano.

Ma perché dirlo solo ai giapponesi? Ecco i posti che suggerisco.

Negozi di Moda

La Kore, un piccolo marchio milanese con un paio di negozi nella mia zona e uno in brera. Poi mi piace Bivio, che è una dress agency, in zona Ticinese: così posso vendere quello che non porto più e comprare cose (poco) usate a ottimo prezzo.

Per le scarpe mi piace molto Panca’s in corso di porta Ticinese: è un laboratorio artigianale dove si trovano scarpe e stivaletti dal gusto retrò ed è possibile farsi realizzare calzature su ordinazione. Per le borse non-designer vado da MamaMilano, in via Tortona: modelli classici, ma di tutti i colori.

KORE BANNER

Negozio accessori

Sono appassionata di cappelli, e se non compro pezzi vintage vado da Mutinelli, in Corso Buenos Aires. Adoro il negozio in stile anni ’20 e la disponibilità dei proprietari: sanno sempre consigliarti quello che ti starà meglio! Sono infallibili. L’altra mia passione sono gli occhiali: per quelli consiglio l’ottica Marchesi, in via Solferino: hanno montature artigianali di tutte le forme e colori.

SMALL BANNER

Ristrorantie café 

Per un caffè, suggerisco Pavé in zona Repubblica per assaggiare dei sandwich insoliti e buonissimi, o concedersi un dolce goloso. In zona Brera, immancabile una pausa da Di Viole di Liquirizia: impossibile resistere ai deliziosi cupcakes di Lucia!

Con le amiche vado spesso da Mong Kok, un ristorante cinese che si trova nella strada più multietnica della città, Via Padova. Si mangia in maniera molto diversa dai soliti cinesi: suggerisco di provare le melanzane agropiccanti con carne  e la scodella di fuoco con il granchio. Tornerete di sicuro, perché questi piatti danno assuefazione!

Per uscire con mio marito, scelgo The Small uno dei posti più romantici di Milano, che è anche vicinissimo a casa nostra. Si tratta di un elegante bistrò che propone cucina italiana rielaborata. Il décor del locale è davvero speciale: un mix di opere d’arte, pezzi di modernariato e tocchi pop.  Alessandro, il proprietario, è di origine siciliana e si fa spedire dalla sua terra un sacco di deliziosi ingredienti che troverete un po’ in tutti i piatti. Io raccomando la burrata, che viene servita su delle fette di pane con olio, olive e pomodorini: paradisiaca.

In famiglia siamo fan dell’Osteria del Treno, in via San Gregorio. Il menu  cambia spesso, ma è sempre a base di presidi slowfood: qualunque cosa scegliate sarà ottima.


Pasticcerie e gelateria

Chi è goloso come me dovrebbe fare un salto alla pasticceria La Siciliana, in via Teodosio. Qui si può far colazione con la famosa granita al caffè o al cioccolato con la panna, accompagnata da ottime brioches, oppure concedersi una fetta di cassata o un peccaminoso cannolo. Ad ora di pranzo, il locale propone anche spuntini salati della tradizione isolana: arancini di riso, piccole vaschette di pasta alle melanzane e supplì.

BANNER TERME
Beauty

Per il make up una tappa irrinunciabile è Madina, in corso Venezia. I cosmetici di questo marchio sono veramente ottimi, il personale è gentile e molto preparato.

Saponi, maschere, creme: da Lush – in corso Buenos Aires o a Brera – comprerei tutto! I prodotti sono tutti piacevolissimi da usare, efficaci, e soprattutto sono fatti con ingredienti organici e non testati sugli animali.

Per una giornata di relax, la mia destinazione sono le Terme Milano a Porta Romana. Il percorso benessere è davvero completo, in più ci sono ampie sale dedicate al relax (io consiglio la sala Aqua, dove ci si stende su materassi ad acqua e si viene cullati dal suono del mare). Dulcis in fundo, nel salone del buffet, ci sono spuntini salutari a disposizione per tutto il giorno, e la sera verso le sette compare anche il prosecco. Kampai!

composit  a sei

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.