Chanel Hackers

Argomenti del post

Il 19 agosto è il compleanno di Gabrielle – in arte Coco – Chanel e io ho deciso di renderle omaggio dimostrando empiricamente la sua massima più abusata celebre.

“La moda passa, lo stile resta”, affermava Mademoiselle, il fatto che oggi il nome Chanel identifichi uno stile, oltre che una Maison, è la prova lampante che la signora aveva ragione.

Pur avendo rivoluzionato profondamente la Moda, introducendo nel guardaroba femminile tantissime novità (tra cui ricordiamo in ordine rigorosamente sparso il jersey, il tweed, il petite robe noir, e i bijoux) Gabrielle Chanel ha soprattutto codificato il suo stile.

La buona notizia, per noi comuni mortali, è che Madeimoselle si vestiva combinando elementi piuttosto semplici, cosa permette a noi oggi di  replicarne il look senza dover per forza aprire un mutuo.


Chanel Hackers #1

Bianco e nero sono protagonisti del guardaroba, declinati in pezzi semplici e funzionali: il blazer maschile, la maglia a righe e i pantaloni ampi rubati ai marinai, golf di jersey con profili a contrast e il leggendario tubino nero.

Pochi ma fondamentali gli accessori: scarpine bicolori (pensate da Coco per risolvere l’annoso problema delle calzature chiare, che si sporcano sempre sul tacco e in punta), un cappello di paglia e l’immancabile borsa matelassé.. E poi perle – vere o false – a palate, assieme a bijoux doratissimi : catene di ogni spessore, bangle e orecchini che ripropongono il leone e il quadrifoglio, tradizionali portebonheur della scaramantica Chanel.

Chanel hackers #2

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Argomenti del post

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.